La tracciabilità dei prodotti è al primo posto per i consumatori italiani

Secondo una recente ricerca del Censis “Intelligenza Alimentare”, che ha studiato il rapporto tra alimentazione, scienza, medicina e tecnologia, il 94,4  per cento dei consumatori italiani seleziona i propri acquisti in base alle informazioni sugli ingredienti, alla provenienza e alla tracciabilità dei prodotti. Se fino a qualche anno fa i consumatori si lasciavano attrarre da cibi gourmet, oggi sicurezza e affidabilità sono infatti il principale driver di scelta.

Per il 66,7 degli intervistati dal Censis, l’attenzione dei consumatori sarà rivolta sempre di più all’impatto dei cibi sulla salute e meno al gusto. La tendenza, insomma, è quella di prediligere un’alimentazione corretta e il consumo di cibi sani, per la propria salute e per l’ambiente. Scienza e tecnologie diventano dunque alleate di benessere, per il 77,3 per cento degli italiani costituiscono una risorsa per la sicurezza, la qualità e la salute.

Secondo quanto emerge dalla ricerca, anche i media devono fare la loro parte per comunicare al meglio cibo e salute. Gli italiani si aspettano infatti che tv e giornali aiutino le persone a scegliere i cibi salutari, che riducono i rischi di cronicità e di non autosufficienza, confutando fake news e falsi miti sugli alimenti. Per più di sei intervistati su dieci (il 61,7 per cento) sui mezzi di informazione circolano ancora troppe notizie sbagliate o parziali sul cibo. (Fonte: La Repubblica)